“Mi chiamo Rajab, ho 22 anni e studio Relazioni Internazionali e Cooperazione alla Sapienza di Roma. Il Master è in inglese, ma parlo anche azero, tedesco e sto imparando un pò di italiano. L’università qui ti da delle buone opportunità di crescita e apprendimento, nonostante tutti gli ostacoli che normalmente puoi incontrare se sei straniero. Dell’Italia, mi piace praticamente tutto, ma il cibo ha un posto speciale nel mio cuore! E’ il miglior posto dove mangiare, sono un buon viaggiatore e dopo aver girato 29 paesi ne sono quasi certo. Ho girato anche un pò l’Italia, le mie città preferite finora sono Roma e Venezia. L’Italia ha quel qualcosa in più, un ottimo clima tutto l’anno, si mangia benissimo; il mio piatto preferito della cucina romana è la pasta cacio e pepe, mi piacerebbe saper replicare quella che ho assaggiato al ristorante, ma non sono ancora capace; se penso invece a un piatto azero che mi manca, direi il dolma: foglie di vite ripiene di carne, è buonissimo! Onestamente qui mi sento un pò a casa, l’Italia non è molto diversa dall’Azerbaijan, siamo comunque persone molto ospitali e abbiamo uno stile di vita tutto sommato rilassato come il vostro. In futuro mi vedo in qualche città europea, sono determinato a lavorare in una Agenzia delle Nazioni Unite. Vedremo, tengo le dita incrociate!”