Sono Maxim e vengo dalla Bielorussia, dalla capitale Minsk. Vivo a Napoli, studio Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all’Orientale, e intanto seguo un corso di Giurisprudenza in Bielorussia (giusto a marzo devo tornare a dare un esame). Mi piace tanto studiare all’Orientale perché è un’università antichissima, bellissima, si respira proprio aria di studio. Ho scelto di studiare in Italia perché ci sono molte più opportunità di studio per gli studenti stranieri rispetto agli altri paesi europei, l’Italia è più economica e conosco bene l’italiano. Ho iniziato a venire in Italia quando avevo 8 anni per passare le vacanze insieme ad alcuni parenti che vivono ancora qui. Ho sempre dato importanza al viaggio, uscire dalla comfort zone mi ha permesso di essere la persona che sono, mi ha fatto crescere. Il solo il fatto di studiare qui è un’opportunità importantissima per me e per il mio futuro. Vivere all’estero è qualcosa che ti gira letteralmente la testa a 360°. Vedi la differenza, soprattutto se vieni da un paese come il mio, in cui non c’è la libertà di espressione che ho trovato qui. E’ proprio questa apertura, che in generale è tipica del modo di fare degli Italiani, a piacermi un sacco. Tutti interagiscono con te, anche se non ti conoscono: vai in salumeria e stai certo che il salumiere ti chiederà come sta tutta la tua famiglia, se qualcuno si sente male per strada di sicuro accorreranno a soccorrerlo un sacco di persone. In futuro vorrei lavorare per la Corte Europea dei Diritti Umani, per proteggere diritti fondamentali che in molti paesi non vengono ancora rispettati.